{"content":"\r\n
\r\n\t\r\n\r\n\r\n
\r\n\t

All'inizio del XIX secolo, un poeta minore, quasi sconosciuto, Marc-Antoine D\u00e9saugiers, compose una canzonetta la quale opponeva, \"come cane e gatto\"<\/strong>, non soltanto Voltaire e Rousseau, Gr\u00e9try e Rossini, il classico e il romantico, ma anche il dovere e il piacere, la morale e il desiderio, la giustizia e l'equit\u00e0... 

 <\/p>\r\n<\/div>\r\n\r\n<\/div>"}